…raduno mondiale 2cv 2009, most – rep. ceca – secondo giorno di viaggio…

Pubblicato: 24 ottobre 2009 in Senza categoria
 
calendario raduni 2cv
http://www.google.com/calendar/embed?src=gabriele2cv%40hotmail.it&ctz=Europe/Rome

agenda orobica
ottobre 2009
mercoledì 7 – compleanno 2cv

domenica 18 – luna nuova – ore 21 – riunione tole orobiche

domenica 25 – cagna la castagna 2009
dalle ore 10:00 in poi – viale spallino c/o bar "angolo degli artisti" – como
tradizionale gran castagnata e non solo a favore del "comitato lombardo per la vita indipendente delle persone con disabilità"
esposizione 2cv e vespe a cura dei "sempre carichi – 2cv como" e del "vespa club como"
in caso di maltempo sarà rinviata a domenica 1 novembre

sabato 31 – compleanno mara

 
novembre 2009
 
lunedì 2 – compleanno luca
 
lunedì 2 – luna piena – riunione tole orobiche – ore 21
c/o circolo a.r.c.i. grumello al piano – via gorizia – bergamo (zona lallio/c.s.o.a. paci paciana)
possibile anticipo a venerdì 30 ottobre (seguiranno comunicazioni)
 
giovedì 12 – compleanno gaia
 
lunedì 16 – compleanno alessio
 
lunedì 16 – luna nuova – riunione tole orobiche – ore 21
c/o circolo a.r.c.i. grumello al piano – via gorizia – bergamo (zona lallio/c.s.o.a. paci paciana)
 
sabato 21 – compleanno gggiovane matteo
 
buona sera a tutti…
vi è piaciuto il racconto del primo giorno??? era troppo lungo per il fotolog, l’altra nostra casa virtuale, ho dovuto spezzettarlo in tre parti e postarlo come commento, ma spero che sia stato comunque comprensibile…
e il videoclip dei folkstone??? l’avete riconosciuta la tola orobica che vi recita??? come no???
non avete riconosciuto quel fusto del kike nel fabbro che guarda in cagnesco quel fighetto da discoteca e da il via al concerto???
riguardatelo ora allora…nel video c’è anche la sua morosa tra le danzatrici intorno al fuoco, si potrebbe quindi parlare di due tole orobiche nel video dei bravissimi folkstone…
 
ma riprendiamo il nostro viaggio mondiale da landshut; dopo la notte, per strada ci concediamo subito una sosta un po’ più lunga all’autogrill, dove facciamo colazione, ci laviamo un po’ e poi cazzeggiamo tra gli innumerevoli gadget e articoli per camionisti; ci ritroviamo così eleonora e ivan trasformati in "bellezze" vichinghe con tanto di elmo e treccione…la giornata comincia bene…
ci rimettiamo in strada, la voglia di arrivare è tanta…ci dirigiamo verso il confine attraverso il parco nazionale bavarese, le foreste ci fanno da contorno…a deggendorf lasciamo l’autostrada per dirigerci verso la ex frontiera, il panorama è ancor più bello e la tranquillità della strada statale un toccasana per i nostri motori…
incontriamo sulla nostra strada anche, davanti a una gasthof, un paio di cavalli da tiro tutti agghindati a festa, con i colori bianco-azzurri della baviera, al traino di uno dei tipici carri adibiti al trasporto delle botti di birra; è domenica e c’è la festa del paese, la tentazione di farci una tappa è forte, ma pensiamo ai chilometri ancora da fare e alle leggi tedesche e ceche in fatto di guida in stato d’ebbrezza e ci accontentiamo di una piccola sosta in una piazzola ai bordi della statale…
abbiamo passato regen e stiamo salendo verso il passo che ci introdurrà in rep. ceca; la strada è buona e verso l’ora di pranzo siamo già al confine, un’altra ex frontiera…non sò a voi ma a me fa sempre un certo effetto e da una certa soddisfazione attraversare le frontiere del mondo, pensare a quello che rappresentano e immaginare che non ne esistano mai più…
comunque è emozionante e ci fermiamo per le foto di rito e per lasciare con qualche adesivo il segno del nostro passaggio…
riprendiamo poi la strada tra bancarelle e negozi che vendono artigianato locale, palle di natale, giacche di lana di pecora, giacconi in pelle e casette per gli uccelli insieme a paccottaglia cinese; i titolari che vediamo seduti davanti ai negozi sono infatti tutti o quasi orientali…
siamo affamati, la cena non è stata molto abbondante, e la prima piazzola abbastanza grande da poterci stare tutti ci accoglie per un rapido accampamento dove preparare una pasta asciutta tutta italiana e bere un paio di bottiglie di vino…eeehhh, quando ci vuole ci vuole, vorrete mica che faccia la ruggine…
ci rilassiamo un paio d’ore, il morale è alto e anche questi momenti servono per conoscersi un ancora po’ di più, per cementare amicizie e compattare lo spirito di gruppo…
dopo aver mangiato, lavato e ritirato le suppellettili riprendiamo il nostro viaggio; non manca molto e probabilmente a plzen ci separeremo…noi tole ci dirigeremo verso most mentre tutti gli altri devieranno verso est, alla volta di praga per godersela prima del mondiale…
scendiamo dai monti e ci troviamo immersi nella campagna ceca; è tutto un dolce saliscendi collinare e a volte sembra di essere in toscana a volte piemonte nella zona delle langhe…attraversiamo paesini di campagna, alcuni di pochissime case che sembano essersi fermati nel tempo…traspare un senso di tranquillità assoluto, ma qualche volta anche di povertà…
vengono in mente i gesti semplici dei miei nonni quando, agli inizi degli anni 70, si viveva in cascina…
ci fermiamo per il rifornimento appena fuori dalle porte di plzen e ci salutiamo dandoci l’arrivederci fra due giorni a most; accanto alle nostre lumachine di latta fa bella mostra una tipica trabant azzurra…ci sono alcuni adesivi di raduni trabant sul finestrino e la voglia di bollinarla è forte; optiamo però per una più diplomatica presentazione con la simpatica e divertita ragazza titolare del distributore, mentre qualcuno opta per gustarsi un buon gelato…lasciamo qualche adesivo, si autobollinerà, siamo comunque contenti di esserci fatti ancora una volta conoscere…
arriviamo così a plzen che non è un paesino e ci colpisce il vero e proprio realismo socialista; le abitazioni non sono più case basse e cascinali ma enormi palazzoni squadrati che sembrano tenersi su uno con l’altro ad ottimizzare lo spazio…
dopo tanti boschi e tanta campagna la sensazione e quasi di claustrofobia, eppure sono abituato a guidare anche nel traffico di milano…per foruna non ci dobbiamo fermare, lo farò poi al ritorno e scoprirò che esiste anche un centro storico in mezzo a tutti questi casermoni…
proseguiamo il cammino e ritorniamo immersi nel verde e nel giallo che colorano predominanti le colline…paesini si alternano, ogni tanto qualche cittadina e allora il paesaggio torna a essere quello dei palazzi; passiamo a kadan dove sappiamo avere "base" le altre tole, sandro e kike, e "ligor", ma non riusciamo a incontrarci perchè sono a spasso quindi proseguiamo, most ormai è vicina…
 
è tutto anche per questa volta, ormai ci siamo; siamo alle porte di most, ci arriveremo soddisfatti del bel viaggio al prossimo aggiornamento e poi comincerà il delirio di uomini e mezzi che è il raduno mondiale degli amici della 2cv…
se vi piace non perdetevi il prossimo racconto…
vi saluto con la stessa canzone dell’altra volta, ma questa volta il video è una "lego version"…
buona strada a tutti dalle tole orobiche…
g
 
juke-box:
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...