…sotto i cieli di matteo – riva del garda 2008…

Pubblicato: 7 aprile 2008 in Senza categoria
 
 
AGENDA OROBICA

APRILE 2008

RIUNIONE DI IERI SERA (DOMENICA 6) ANNULLATA PER SCARSA PARTECIPAZIONE; NON HO DETTAGLI PERCHE’ MANCAVO ANCH’IO, SEGUIRANNO INFORMAZIONI DETTAGLIATE SU EVENTUALE RECUPERO

MER 23 – COMPLEANNO EGLE

DOM 20 – LUNA PIENA – RIUNIONE TOLE OROBICHE – ORE 21 – CIRCOLO ARCI "SOTTOSOPRA" NEMBRO (BG)

GIO 24/VEN 25/SAB 26/DOM 27 – 11° 2CV NEL PARCO – PARCO COLONIA CACCIALANZA – LODI
INFO: CLUB ITALIA BICILINDRICHE CITROEN

http://www.citroen2cv.it

 
buonasera…
come potete notare dall’agenda orobica la riunione di ieri sera è stata annullata per mancanza tole orobiche; purtroppo anch’io faccio parte degli assenti in quanto mi sono perso in quel di novara con un amico che non vedevo da anni e che oggi è ripartito per la spagna…magari non sarà una buona giustificazione, ma è andata così e quindi non si può fare altro che tirare avanti…
 
proseguiamo allora, dopo aver ringraziato tutti coloro che sono stati artefici delle numerose visite di questi giorni, il nostro racconto del fine settimana rivano…
come da fotografia al risveglio del sabato mattina eravamo ancora molto pochi; pochi ma buoni per accogliere gli altri 2cvisti che da li a poco avrebbero cominciato a colorare riva del garda e il sito del raduno…
vengo tirato giù dal letto non da egle, come di solito, perchè è già a spasso con l’amichetta naomi, ma da michel che si è perso nei meandri di questa metropoli che è riva del garda; squadra recupero formata da me e angelo, risolviamo il problema quasi in un battibaleno e rientriamo al campo; il tormentone della serata e nottata precedente ero io che andavo in giro alla ricerca della mia macchina fotografica smarrita; non c’era verso di trovarla o di darmi pace nonostante tutti mi consigliassero di aspettare il giorno dopo per cercare meglio alla luce del sole…beh, secondo voi chi aveva ragione?…rientrati all’ovile, dopo una breve ricerca in tenda, vado a vedere nella "ruvida" e niente; comincia a montarmi la paranoia e comincio a innervosirmi quando mi cade l’occhio sotto alla 2cv ed eccola li, per terra, umidiccia per la notte passata all’aperto, ma ancora viva e vegeta…un problema in meno, un peso tolto dallo stomaco e finalmente posso dedicarmi all’inizio della giornata: colazione, trombetta (anche se non è la prima) e birrazza mentre attendiamo i primi arrivi…per ingannare l’attesa io e igor ci dedichiamo a una partita a bocce quadrate…
cominciano ad arrivare alla spicciolata i primi equipaggi, i telefonini squillano di messaggi e chiamate di amici in partenza o quasi in arrivo; "il cuore bicilindrico" si è rimesso in moto e sta richiamando tutti i suoi organi in un unico punto di raccolta, la casa di matteo…
la mattinata fila via tra arrivi, baci, abbracci tra chi arriva e chi purtroppo deve già ripartire a causa di impegni precedentemente presi, ma che non ha voluto mancare anche solo per una notte…
all’ora di pranzo una supermegapastasciutta preparata dagli amici rivani, accompagnata con torte salate e dolci, preparate e offerte dai radunisti già presenti (sarà una costante di quasi tutti gli arrivi, non ho mai visto così tante torte a un raduno), rifocillano i presenti, che non di solo birra e vino vive l’uomo…
carmen, la mamma di matteo, è instancabile; saluta abbraccia bacia e ringrazia tutti quelli che incontra…sono abbracci forti e commoventi; è come se ci avesse adottati tutti il giorno triste in cui matteo a deciso di lasciarci, il giorno triste di due anni prima quando tutti ci siamo ritrovati in quel giardino con gli occhi gonfi e il cuore pieno di rabbia e tristezza…
dopo pranzo, continuano gli arrivi di bicilindriche e qualcuno si inventa un giringiro fino all’azienda agricola dell’italo per una super degustazione di grappe, tappa obbligata tutte le volte che si veniva da matteo…
la carovana parte e alcuni di noi restano a preparare l’accampamento orobico e il necessario per preparare la cena che sarà varia, a base di pastasciutta, capra allo spiedo e polenta; ancilla e alessandro, come promesso la sera prima, aggiungono una damigiana da 30 litri di vino e una borsa piena di cotechini da grigliare…
i bambini presenti si rincorrono in libertà e si inventano la "spremuta di erba" riempiendo tanti bicchieri di plastica con acqua e appunto erba, disponendoli su alcune panche in esposizione per gli eventuali avventori di questo loro bar per gioco…
al rientro dal "giro grappe" la famiglia bicilindrica è un po’ provata, ma ancora pimpante e allegra; qualcuno insieme a carmen visita la teverna/rifugio di matteo, che non viene aperto da due anni, tutto è come lo aveva lasciato lui, anche le bottiglie di birra vuote…commozione e divertimento per i tanti bei ricordi…un senso di grande vuoto per la mancanza…
ma lo spirito bicilindrico non si piega, la festa continua; la musica si diffonde nell’aria mentre vicino al fuoco si alimentano le braci per cuocere la capra; viene montato il trepiedi per appendere il paiolo per la polenta e, con una temperatura infernale, a rischio bruciature e con il kike a fare da elemento di disturbo la preparazione va avanti…uno sbaglio nelle dosi della farina rende più difficoltoso girare e cuocere la polenta; la squadra si amplia e per evitare di intralciarci mi dirotto alla griglia, il mio regno, dove ai cotechini si è aggiunta anche la carne portata dalle giovani tole chiara e fabio…
la festa continua, tutti mangiano e bevono a sazietà; i "dolomitici" fanno animazione musicale sotto al tendone e la gente balla; vicino al falò, a uno dei falò, parte una bongata di sette/otto elementi e gli appassionati di musica afro ballano; oscar come elemento di disturbo canta la canzone di elio e le storie tese "parco sempione"…alla bongata succede una jam session di tre/quattro chitarre e il repertorio di cantautori italiani e qualche chicca straniera tra le più famose…
è già un po’ tardi, ma stranamente nessun abitante delle case più vicine, forse capendo il clima e il motivo della festa, reclama o minaccia interventi delle forze dell’ordine…e così piano piano anche la festa del sabato giunge al suo apice; il popolo bicilindrico cala un po’ il volume di musica e voci; a poco a poco, chi più chi meno sbronzo, chi sano come un pesce perchè astemmio, si rientra in tenda per un meritato riposo; gli irriducibili, come al solito, aspettano l’alba per ritirarsi in tempo e riposare almeno un due o tre ore…
anch’io sono tra quelli, e salutati caio, alessandro, renato, oscar e forse un’altro paio di superstiti ci dividiamo destinazione un po’ riposo…
 
e così anche il sabato è trascorso tra risate scherzose e ricordi, ognuno con la voglia di ricordare a suo modo un grande amico…
 
vi lascio ancora il link per vedere il video realizzato dalla giovane tola matteo
tola matteo – "tole sul garda" http://www.youtube.com/watch?v=rWkM4cJdH5I
 
e quello del suo spaces se volete vedere le sue foto di riva o conoscerlo meglio
 
bene, per oggi è tutto…appena possibile, credo però tra almeno un paio di giorni, vi racconterò anche della domenica e del mio lunedì a riva del garda…
vi aspetiamo numerosi
buona strada dalle tole orobiche
 
g.
 
juke-box: elio e le storie tese – parco sempione – http://www.youtube.com/watch?v=EnUHdlSJe8E
 
 
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...